13 gennaio 2014

Sta'attento al "No!"




 La mente funziona sempre in modo negativo. La funzione stessa della mente è negare, dire sempre no. Osserva semplicemente te stesso e constata quante volte dici no, nell'arco di una giornata; e inizia a
ridurre quella quota di negazioni. Osservati e constata
quante volte dici sì, e inizia a incrementare
quella quota di affermazioni.
 Piano piano vedrai un leggero cambiamento nella
quota dei sì, e una riduzione dei no; e la tua personalità
inizierà a cambiare radicalmente.
 Osserva quante volte dici no, laddove un sì avrebbe
reso le cose molto più facili; osserva le volte in cui
di fatto non era per nulla necessario dire di no...
quante volte avresti potuto dire sì, invece hai detto
no, oppure sei stato zitto?
 Ogni volta che dici sì, quell'affermazione va contro
l'ego. L'ego non è in grado di nutrirsi con i sì; il
suo alimento primario è il no. Continua a dire no, e
in te prenderà forma un ego sempre più grande.
 Prova ad andare alla stazione: potresti essere l'unico
in attesa di fronte allo sportello della biglietteria,
ma l'impiegato si metterà subito a fare qualcosa,
non ti degnerà neppure di uno sguardo.
 Questo è il suo modo per dire no: quantomeno ti
farà aspettare. Fingerà di essere impegnatissimo,
sfoglierà un registro, farà qualsiasi cosa pur di obbligarti
ad aspettare. In questo modo percepisce una
sensazione di potere, ha l'impressione di non essere
un semplice impiegato: può costringere chiunque ad aspettare!  Il no è la prima cosa che affiora nella tua mente. Il sì è sempre qualcosa di difficile: dici sì solo quando senti di essere assolutamente impotente, per cui sei costretto a dirlo.
 Osservalo! E trasformati in una persona che dice sempre sì. Lascia cadere l'attitudine a dire no, poiché
l'ego si nutre grazie al veleno del no, è lì e solo lì che trova il proprio alimento. 
Osho: La Verità Che Cura.

Nessun commento :

Posta un commento