3 marzo 2016

Scrivere quello che senti

3 MARZO 2016


 
È uno splendido esercizio scrivere quello che senti e che si nasconde da qualche parte nell'oscurità della tua mente. Non è molto chiaro, è buio laggiù – portalo alla luce! E se riesci a portare tutti i contenuti dell'inconscio nella mente cosciente, la tua mente inconscia e quella cosciente diventeranno una sola: saranno entrambe coscienti. 

E questo è un dono incredibile – perché, in questo momento, un decimo della tua mente è cosciente, e nove decimi sono inconsci; e, naturalmente, è nove volte più potente. Per cui tu decidi qualcosa con la mente cosciente, ma quella inconscia può cancellarlo, lo cancella. Tu decidi che domani mattina ti alzerai alle cinque – la mattina è così bella, così salubre, così fresca. 

Esattamente alle cinque la sveglia ti chiama, e succede qualcosa: tu non vuoi alzarti. Dici: "Domani vedremo, adesso si sta così bene sotto le lenzuola, così comodi". Ti giri dall'altra parte e torni a dormire. E quando ti alzi, ti condannerai, ti sentirai in colpa; ma non capisci quello che è successo: la tua mente cosciente aveva deciso di svegliarsi alle cinque, il tuo inconscio non era mai stato d'accordo. 

Tu non avevi chiesto se era d'accordo – non c'è modo di chiedere se è d'accordo. A meno che tu sia ipnotizzato e alla tua mente inconscia venga detto: "Svegliati alle cinque", allora non ci saranno cambiamenti e ti sveglierai alle cinque, sveglia o non sveglia! Ma per il momento tu prendi la decisione con la mente cosciente, e quando ti addormenti la mente cosciente non funziona più: è la mente inconscia che ha il potere e funziona nel tuo sonno profondo. 

Per cui quando alle cinque la sveglia parte, tu prendi la sveglia e la butti via – perché la mente inconscia non ha idea di quello che la mente cosciente ha deciso, e sembra così stupido alla mente inconscia, un fastidio inutile; e tu semplicemente torni a dormire. Ma quando ti svegli, la mente inconscia è tornata dietro le quinte; la mente cosciente ha ripreso a funzionare, e si ricorda che "Avevo deciso di svegliarmi alle cinque, e mi sono imbrogliato da solo". Si sente in colpa, ma non ha fatto niente; non ne è responsabile. 

Tu decidi di non arrabbiarti, di non essere teso, decidi migliaia di cose e la mente inconscia continua a cancellarle; continua a fare ciò che ha sempre fatto. Ma se tutti i contenuti della mente inconscia evaporassero, allora avresti una mente sola, la mente cosciente, giorno dopo giorno. Ogni decisione sarebbe mantenuta, e nessuna decisione sarebbe mai cancellata. La tua vita avrebbe integrità. È quello che intendo io quando uso la parola "integrità". 

Avresti una specie di unità. Potresti fare promesse, e potresti contare sulle tue promesse, perché non ci sarebbe nessuno in te che possa cancellarle. Sarebbe una decisione della tua mente totale. E una decisione di una mente totale è immensamente potente. È un'ottima cosa, continua a farlo: se le domande non sono abbastanza, puoi farti un'agenda. 

Scrivi qualsiasi cosa inconscia, e non ti preoccupare del fatto che qualcuno lo possa vedere, perché ci saranno tante cose che non vuoi far vedere a nessuno – è per quello che le stai tenendo nell'oscurità. Non ti preoccupare, portale alla luce; non c'è niente di sbagliato. Tenerle nell'oscurità è sbagliato, portarle alla luce cambia la loro qualità... Tutto scompare.

Osho

Nessun commento :

Posta un commento