13 dicembre 2014




Queste strane tecniche di masturbazione potrebbero cambiarvi la vita


Un membro dello staff del movimento OneTaste.
È possibile ottenere la pace interiore masturbandosi? Secondo il movimento One Taste, sì. Non per niente sono i promotori del "metodo partecipato per l'orgasmo femminile", che descrivono semplicemente in termini di meditazione orgasmica (MO). Questa forma di meditazione riprende i principi della disciplina, solo che invece della respirazione o la ripetizione di mantra, prevede che qualcuno—chiunque—stimoli il vostro clitoride per 15 minuti.
Funziona così: dopo aver costruito un "nido" con cuscini o altro, il partner lubrifica un dito guantato, imposta il timer esattamente su 15 minuti e inizia la stimolazione del "quadrante in alto a sinistra" del clitoride con nessun obbiettivo specifico se non quello di "sentire cosa succede sul momento". Prima che i 15 minuti abbiano inizio, il partner esamina la vagina su cui sta per operare, descrivendone il colore, la consistenza, la forma e qualsiasi cosa provi mentre la guarda. Alla fine del tempo stabilito, i partner condividono quello che hanno provato durante l'esperienza utilizzando frasi tipo, "Una luce bianca si estendeva dalla tua fica fino al mio dito." (Nella MO la vagina è sempre una "fica"). In teoria, l'esperienza è intensa per entrambi i partecipanti.
La pratica della MO ha origine nel primo centro One Taste di San Francisco, fondato nel 2011 da Nicole Daedone. Oggi i sostenitori americani si contano in migliaia, mentre alcuni critici la descrivono come una vera e propria setta. Uno dei membri è Justine Dawson, una ex assistente sociale che aiutava donne senza casa e bambini, ma che ora ha dedicato se stessa alla nobile causa dell'orgasmo femminile.
Di recente si è trasferita a Londra, quindi ho fatto una chiacchierata con lei per scoprire come la masturbazione delle MO potrebbe cambiare le nostre vite. 
Justine Dawson
VICE: Allora, cos'è la Meditazione Orgasmica? Sembra una sorta di tantra, ma è di tipo non sessuale, giusto?
Justine Dawson: La MO si svolge all'interno di un intervallo, 15 minuti, senza reciprocità e senza l'obiettivo di raggiungere l'orgasmo. Questo lo separa dal sesso e lo inserisce nella sfera della pratica. 
Quindi è un po' come il sesso tantrico?
È molto più semplice del tantra, perché non richiede alcuna visualizzazione, esercizi speciali con il respiro o movimenti di energia attraverso il corpo.
Ok, quindi a cosa puntiamo? Cosa succede dopo 15 minuti?
La maggior parte di quelli che lo praticano dice di riuscire a stabilire una connessione profonda e ad avvertire sensazioni positive, energia. È simile allo yoga o alla meditazione: potresti non avvertire tutti i singoli benefici ogni volta che pratichi una di queste cose, ma col tempo senti un cambiamento. In questo caso nella sfera sessuale e nelle relazioni.
Quindi l'orgasmo non è contemplato?
No, l'obiettivo nella MO non è raggiungere il culmine. Può succedere come no. Ma rimuovere quello scopo rende l'intera cosa più divertente per entrambi i partner. 
E a proposito delle donne che non riescono ad avere un orgasmo dalla sola stimolazione del clitoride?
Molte donne a cui era stata diagnosticata l'anorgasmia sostengono di poterlo raggiungere durante la MO. Nel mio caso non avevo mai avuto orgasmi con la penetrazione, ma ora ci riesco. La MO ha cambiato completamente il mio rapporto con l'orgasmo.
Puoi approfondire meglio questo punto?
Be', prima che iniziassi a praticare la MO avevo una determinata idea di cosa fosse del sesso fatto bene: spontaneo, in cui si dà e si riceve equamente, e l'uomo si accerta del raggiungimento dell'orgasmo femminile. C'era una certa praticità nella cosa—io facevo qualcosa a te, tu facevi qualcosa a me; era come una transazione. Adesso l'orgasmo non mi interessa più di tanto. Provo una gamma più ricca e profonda di sensazioni. A volte è sottile e intricato, a volte forte e intenso. Ma sono sempre coinvolta—piuttosto che esserlo con la testa, come lo ero un tempo.
E lui? Cosa prova?
So che anche il mio partner può sentirlo, mentre mi tocca. E visto che può sentirlo anche lui, tutta la questione della reciprocità passa in secondo piano. Abbiamo accesso alle stesse sensazioni, solo da due posizioni diverse.

Un video introduttivo alla MO.
E a proposito dell'orgasmo maschile? Perché non esiste una tecnica per gli uomini in questo tipo di meditazione?
Esiste, anche se noi ci concentriamo su quella femminile. Offre agli uomini l'opportunità di percepire il loro intero corpo, a partire dal dito, come un organo sessuale. 
Ok, ad essere onesti questo non sembra un accordo molto equo.
Molte donne avvertono un obbligo nella pratica del sesso. Noi lo facciamo per rendere felice il nostro partner, e quindi loro fanno qualcos'altro in cambio. Non lo facciamo solo per il nostro piacere. Questa è la ragione per cui la maggior parte delle donne non sono molto disinibite sessualmente, e quindi quando tocchiamo un uomo, lo scopiamo, lo masturbiamo o glielo succhiamo, non lo facciamo con tutte noi stesse. Ma quando una donna ha fatto MO per un po', cambia, e il modo il cui fa sesso è più totalizzante. Ed è un'esperienza completamente diversa sia per lei sia per le persone con cui fa sesso.
Perché la sessualità femminile è così complicata, per alcune persone?
Per molte donne il desiderio è motivo di imbarazzo. Se non riusciamo a venire pensiamo sia colpa nostra, un deficit nella nostra sessualità. Non ci rendiamo conto che il nostro corpo sa esattamente cosa vuole e che reagirebbe se solo lo ascoltassimo e gli dessimo ciò che cerca. Nella MO insegniamo alle donne ad ascoltare. E agli uomini insegniamo a fare richieste a cui le donne possano rispondere semplicemente con un sì o un no: "Vuoi che faccia più forte?" Vuoi che sia più delicato?" Gli uomini trovano sollievo nel ricevere indicazioni dirette su ciò che fa stare bene la partner. Non devono più leggerle nel pensiero.
E la stimolazione è efficace tanto per lei quanto per lui? 
La MO richiede una persona con un clitoride e un'altra con un dito, quindi è una cosa che possono fare anche due donne. Dopo essere stata stimolata, e aver stimolato per molti anni, posso dire che l'esperienza è piacevole per entrambi. Piuttosto del semplice fatto che una persona dà e l'altra riceve, è più come se due persone inserissero la spina nella presa elettrica ed entrambe sentissero l'elettricità attraversare i loro corpi. Ci sono delle prove scientifiche a riguardo—la biologia delle connessioni limbiche. Ma, più importante, è l'esperienza che lo testimonia.
Perché la chiamate sempre "fica" e non vagina?
La parola fica è più diretta, no? Scendere in un territorio trasgressivo è più sexy. Alimenta le sensazioni. Ci piace. La cosa divertente riguardo a questa parola è che ha molte connotazioni. 
Pensi che sia importante avere uno specifico gergo sessuale? Insegnate alle persone come parlare del sesso in modo che questo cambi la loro filosofia a riguardo?
Sì, rientra tutto nel campo della MO. Ci piace usare parole "scurrili". Fica, cazzo, scopare, succhiare. Vanno dritti al centro del pudore e lo ribaltano. C'è una certa ruvidità, in queste parole. Il buon sesso è grezzo. Non ha bisogno di altro. Nessun linguaggio forbito o affettazione. Quando si arriva alle componenti meno filtrate del sesso, ecco quando ci si accorge di cosa c'è realmente. Puoi smettere di fingere. Non devi essere altro che te stessa.
Puoi descrivere la tua prima esperienza con la MO?
Non ricordo molto della prima volta che ho fatto MO. L'esperienza in sé non era pazzesca, quello che è stato pazzesco è ciò che ho provato dopo. È stata come una porta che si apriva su sentimenti che non sapevo di avere—sesso pulsante, infinita tristezza, risate esilaranti, rabbia furiosa.

TED Talk di Nicole Daedone, fondatrice di OneTaste.
Come è cambiata la tua vita con la MO?
In primo luogo, non avevo mai sentito la mia fica in quel modo. Era viva. E ho cominciato a sentirmi più viva anche io. Mi sono aperta al sesso. Avevo molta più energia. Ero più creativa. Sei anni e mezzo dopo, la mia vita è interamente immersa nella MO e in tutto quello che la riguarda. Sotto la mia foto nell'annuario delle superiori qualcuno aveva scritto, "Con tutta probabilità diventerà una suora." Be', non più!
Alcuni profili che ho letto hanno definito la MO un movimento femminista. Pensi che sia così?
Credo che la MO sia per tutti coloro che vogliono più coinvolgimento, energia e reattività. Le femministe potrebbero ottenere molto dalla MO, ma sono troppo conservatrici. Penso che molte persone trarrebbero giovamento dalla stimolazione.
Probabilmente hai ragione. Grazie Justine.
http://www.vice.com/it/read/masturbazione-orgasmica-intervista-one-taste 

Nessun commento :

Posta un commento