12 giugno 2017

La Carrese A Ururi



La Carrese A Ururi
Corsa Dei Carri Trainati Da Buoi
Da Martedì 02 a Giovedì 04 Maggio 2017 – dalle ore 18:30
Ururi (CB)
La Carrese A Ururi – Ururi
La Carrese a Ururi dal 2 al 4 maggio.
L’avvenimento piu’ importante della comunita’ di Ururi e’ la tradizionale Corsa dei Carri trainati da buoi, che si svolge ogni anno il 3 maggio, festa del patrono, il SS. Legno della Croce (Lene Lacrocit), di cui i conserva nell’Ostensorio una scaglia di Legno, che i credenti ritengono sia appartenuta alla croce di Cristo. Vi sono due partiti: i “Giovani”, dai colori bianco-celeste e i “Giovanotti”, dai colori giallo-bianco-rosso. Dal 1974 si inizia a correre con due buoi anziché con quattro e la gara e’ diventata una corsa velocissima verso il traguardo.
La festa ha inizio il 2 maggio con la benedizione dei carri addobbati che avviene dopo la Santa Messa.
Il giorno della corsa 3 maggio i carri prima di avviarsi verso la partenza, devono recarsi davanti alla Chiesa Madre per ricevere la benedizione. Il Sacerdote pronuncia le parole di rito nel piu’ assoluto silenzio sui cavalieri, i carristi, cavalli e buoi. Seguiti dai loro sostenitori i carri si muovono verso la partenza secondo l’ordine di arrivo dell’anno precedente. La partenza avviene nella Masseria Pontoni, dista circa km 4 dal centro abitato. I carri si dispongono in ordine di merito, ad una distanza di 20 – 25 metri l’uno dall’altro. I carri sono trattenuti da un gruppo di persone pronti a girarli e lasciarli al momento dello sparo del via. Il carro che giunge per primo in paese e’ obbligato a percorrere Via del Piano e Via Tanassi, di 19 metri piu’ lunga rispetto all’altra che, invece, possono scegliere di seguire gli altri carri. Vince il carro che imbocca con metà timone Via Commerciale, che conduce alla Chiesa Madre “S. Maria delle Grazie”.
Il giorno dopo la corsa 4 maggio festa del patrono c’e’ la processione per le via del paese con il “SS. Legno della Croce”. I carri partecipano addobbati con drappi di tessuto, secondo il colore del partito cui appartengono, inghirlandati di fiori e di edera, con un ramo di alloro o di olivo infisso sul timone.
“I PREPARATIVI”
La corsa dei carri richiede una preparazione minuziosa durante l’intero anno ed impegna notevoli risorse economiche da parte dei sostenitori. I buoi, quasi tutti di provenienza calabrese, accuratamente selezionati, vengono trattati durante l’intero anno come dei veri atleti: alimentazione controllata e frequenti allenamenti in modo da farli giungere alla corsa nella forma ottimale. Lo stesso discorso vale per i cavalli che, insieme con i buoi, vengono tenuti in masserie debitamente sorvegliate.
http://darshanshaktipat.it/2017/06/12/la-carrese-a-ururi/