12 febbraio 2017

La vita è un fenomeno davvero misterioso – Osho

12/02/2017
“Silenzio condiviso con le parole” presenta “La vita è un fenomeno davvero misterioso“.
– C’è un paradiso e c’è un inferno? E vuoi dirmi in che parte dell’Oregon si trovano?
– Sei seduto in paradiso e la strada della contea porta all’inferno!
– Sei un uomo che di certo ama la controversia che lo circonda.
– La amo.
Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo
– Sei un uomo che penso amerebbe che ogni essere umano di questo mondo abbia almeno sentito parlare di lui.
– Certamente! Vorrei che il mondo intero mi amasse o mi odiasse, non vorrei che un singolo individuo in tutto il mondo mi ignorasse. Ed è per questo che il mio impero è in espansione: ho più amici, ho più nemici, ogni giorno aumentano.
– Sei anche un uomo con, indubbiamente, un magnifico senso dell’umorismo. E penso che per poter… per poter dominare questo impero… non dominare, scusa, tu non domini: vivi soltanto in questo impero! Per accettare tutte le seccature e le controversie e i travisamenti e probabilmente alcune verità su di te, devi avere un incredibile senso dell’umorismo.
– Mi diverto moltissimo…
– Al Centro di accoglienza, o come lo chiamate, ho letto che se tutti al mondo potessero ridere per ventiquattr’ore, questo cambierebbe tutta la malignità in cui sembra che tutti viviamo. Questo non è ciò che hai detto tu: la conclusione è mia!
– Sarebbe utile, ma ucciderebbe quella donna… La risata è una buona medicina, ma dovresti prenderne quanta ne puoi assorbire, altrimenti ti può uccidere, può farti impazzire. La vita è un fenomeno davvero misterioso, di cui la risata è parte e di cui anche le lacrime fanno parte. Essere tristi ogni tanto, veramente tristi, non è male. La tristezza ha una sua bellezza intrinseca. Devi solo imparare a godere la bellezza della tristezza, il suo silenzio, la sua profondità. La vita è un tutto unico, e noi permettiamo alla nostra gente di vivere in tutte le dimensioni. Se qualcuno piange e singhiozza, nessuno qui lo fermerà; qualcuno potrà abbracciarlo e andarsene per la sua strada. Quell’abbraccio non voleva fermare le lacrime, era solo una risposta spontanea. Noi crediamo nella vita, nella sua totalità, nei suoi giorni, nelle sue notti, nei giorni di sole e in quelli nuvolosi. Noi crediamo che tutto nella vita può essere goduto; serve solo un po’ più di consapevolezza, una maggior coscienza di quel che accade. Tu non sei la tua mente, non sei il tuo corpo; c’è un testimone da qualche parte dentro di te che può continuare a osservare la mente, le emozioni, le reazioni fisiologiche. Quel testimone sei tu! E quel testimone è in grado di godere di tutto, quando diventi centrato lì. Tutto il mio metodo di meditazione consiste nel centrarti nel tuo testimone, e poi lasciare che la vita e i suoi giochi proseguano. Godi, ridi, piangi, ma qualunque cosa tu faccia, falla totalmente, senza vergogna, senza rimorsi. E, come hai detto, io sono di certo un uomo che si diverte nell’essere controverso. Non posso concepire un uomo che non abbia il coraggio di essere controverso. Le persone che non sono controverse sono semplici ipocriti, solo dei santerellini carini con chiunque, che passano le giornate a cambiare le loro maschere, per adattarsi a chiunque. Un americano, Dale Carnegie, ha scritto un libro, “Come farsi degli amici e influenzare le persone”. La mia idea è “Come influenzare le persone e crearsi dei nemici”.
– Perché? Perché è importante, come metro di paragone, crearsi dei nemici?
– Perché se puoi crearti un nemico, ti sei creato un amico potenziale.
Osho
http://www.meditare.net/wp/meditazione/la-vita-e-un-fenomeno-davvero-misterioso-osho/ 

Nessun commento :

Posta un commento