8 gennaio 2016

Sii il più negativo possibile

8 GENNAIO 2016

Ogni notte per sessanta minuti prova questo metodo. Per quaranta minuti diventa negativo — il più negativo possibile. Chiudi le porte, sistema dei cuscini nella stanza. Stacca il telefono e di' a tutti che per un'ora non vuoi essere disturbato. Metti un cartello sulla porta che avverta di lasciarti solo per un'ora. Crea una situazione la più cupa possibile: metti una musica triste, sentiti spento. Siedi per terra e sentiti negativo. Ripeti « no » come se fosse un mantra.

Immagina scene del passato in cui ti sentivi spento e morto e desideravi suicidarti, perché non provavi alcun entusiasmo per la vita, e ingigantisci questi ricordi. Crea intorno a te una situazione di tristezza globale. La tua mente cercherà di distrarti. Ti dirà: « Che fai? La notte è così bella, e c'è la luna piena! ». Non ascoltarla. Dille di ripassare più tardi, per ora sei totalmente impegnato, nella tua negatività. Sii religiosamente negativo. Piangi, lamentati, urla, grida, bestemmia — contro qualsiasi cosa — ma ricorda: non sentirti mai felice, non lasciare spazio a felicità alcuna. Se ti cogli in fallo, datti immediatamente una sberla! Riportati alla negatività, e inizia a picchiare i cuscini, lotta con loro, strapazzali: sii cattivo! E scoprirai che è molto difficile essere negativi per quaranta minuti di seguito.

Questa è una delle leggi fondamentali della mente: « Ti sarà impossibile fare qualcosa, se ne sei consapevole ». Ma tu falla — e quando agisci con consapevolezza, sentirai una separazione. Tu stai agendo, tuttavia rimani un testimone; non ti perdi nell'azione. Si crea una distanza, e quella distanza ha uno splendore incredibile. Ma non ti sto dicendo di creare quella distanza. È una conseguenza — non te ne devi preoccupare.

Trascorsi quaranta minuti esci dalla negatività di colpo. Allontana i cuscini, accendi le luci, metti una bella musica, e danza per venti minuti. Ripeti semplicemente: « Si! Si! Si! ». Lascia che sia il tuo mantra. E poi fatti una bella doccia. Pulirà via tutta la negatività, e ti darà un'intuizione nuova sull'essere positivo. E lo scopo della religione è di arrivare a dire di si. Ci hanno abituato a dire di no, è cosi che l'intera società si è abbrutita.

E questo ti ripulirà completamente. In te hai energia, ma l'energia è circondata da macigni di negatività che non le permettono di manifestarsi. Una volta rimossi questi macigni tornerai a scorrere meravigliosamente. L'energia è pronta ad uscire, ma prima di tutto ti devi addentrare nella negatività. Se non si va a fondo nel no, nessuno è in grado di conseguire la vetta del si. Devi imparare a dire no totalmente, solo allora potrà manifestarsi la positività.

 Osho

Nessun commento :

Posta un commento