12 gennaio 2016

Datti una scossa!

12 GENNAIO 2016

Spegni la luce e stai in piedi nell'oscurità. Quindi inizia a scuoterti partendo dalla testa, scuoti solo la testa. Goditi questo scotimento e cogline la sensazione dall'interno. Quindi scuoti la parte superiore del corpo, la testa, le mani, il torace; non muovere la parte inferiore.
Quando hai sentito questo scotimento e ne hai goduto, comincia a scuotere la parte inferiore del corpo. Infine scuoti tutto il corpo. 

Dividi l'azione in tre momenti: prima la testa, solo la testa; poi il torace, e infine tutto il corpo. Comincia con la testa perché all'inizio ti sarà più facile percepirlo in quel punto, poiché la consapevolezza è più vicina, e da li è più facile esserne testimoni. E goditelo fino in fondo!

Quando cominci a scuotere tutto il corpo, trova la posizione in cui ti senti più aggraziato, quella che ti fa sentire più bello. E dopo tre minuti fissati in quella posizione, qualunque essa sia — le mani alzate, il corpo piegato in avanti o su un fianco, o qualsiasi altra — e immobilizzati in quella posizione per quattro minuti.

Questa è una meditazione di dieci minuti: scuoti la testa per un minuto, scuoti il torso per due minuti, scuoti tutto il corpo per tre minuti, e per quattro minuti rimani congelato come fossi diventato di pietra, non fare altro!

E conserva sempre la sensazione delle quattro fasi. Mentre ti scuoti, senti l'energia che si rimescola ... e poi tutto il corpo diventa un'esplosione di energia. Sentiti come se non fossi altro che un ciclone. E improvvisamente congelati e resta immobile come una statua, a quel punto sentirai il centro. Attraverso quel ciclone raggiungerai il tuo centro.


Le mie meditazioni hanno lo scopo di riportarvi alla vostra infanzia, al tempo in cui non eravate persone rispettabili, al tempo in cui potevate essere folli, al tempo in cui eravate innocenti, non ancora corrotti dalla società, al tempo in cui non avevate ancora appreso le astuzie del mondo, al tempo in cui non appartenevate a questo mondo, ma all'altro. Vorrei che tutti voi ritornaste a quel periodo e da li ripartiste un'altra volta. E questa è la vostra vita. La rispettabilità e il denaro sono premi di consolazione, non sono vere conquiste. Non lasciatevi ingannare.

Osho

2 commenti :

  1. io ho sempre scosso solo la testa, stando seduto sul letto, ora proverò a farlo come da lettura del tuo post..sarebbe davvero bello tornare all'infanzia..Ciao Pasquale..:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabriel, sì è vero, sarebbe molto bello tornare all'infanzia, ed è bellissimo sperimentare nuovi espedienti. Un caro saluto...

      Elimina