27 dicembre 2015

Guardare fisso in uno specchio

27 DICEMBRE 2015


Chiudi la porta della tua stanza e metti un grande specchio davanti a te. La stanza deve essere buia. Quindi accendi una candela di fianco allo specchio, in modo che non venga riflessa direttamente. Lo specchio riflette solo il tuo volto e non la fiamma. Poi fissa con insistenza i tuoi occhi, senza battere le ciglia. È un esperimento di quaranta minuti, e nel giro di due o tre giorni riuscirai a non muovere più gli occhi.

Anche se vengono le lacrime, lasciale venire, ma continua a non battere le ciglia e a fissare i tuoi occhi riflessi. Non muovere lo sguardo. Continua a fissarti negli occhi, i tuoi occhi, e nel giro di due o tre giorni ti accorgerai di un fenomeno singolare: il tuo volto assumerà nuove fisionomie. Ti potrai perfino spaventare. Il volto nello specchio comincerà a cambiare. A tratti comparirà un volto molto diverso che non riconoscerai neppure come il tuo.

Ma di fatto tutti questi volti ti appartengono. Ora la mente subcosciente è pronta ad esplodere. Questi volti, queste maschere, ti appartengono. Può apparire perfino un volto che appartiene a una vita passata. Dopo una settimana di concentrazione costante, per quaranta minuti ogni giorno, il tuo volto diventerà un flusso, un film. Volti diversi continueranno ad apparire per poi scomparire... e dopo tre settimane non riuscirai più a ricordare quale sia il tuo vero volto. Non sarai più in grado di ricordare il tuo volto, perché ne avrai visti passare troppi.

Se perseveri, dopo la terza settimana, un giorno all'improvviso accadrà la cosa più strana: tutto a un tratto lo specchio non rifletterà più alcun volto. Lo specchio sarà vuoto, tu starai contemplando il vuoto. Non ci sarà nessun volto. Questo è il momento: chiudi gli occhi e guarda in faccia il tuo inconscio.
Sarai nudo, completamente nudo, cosi come sei in realtà. Ogni inganno sarà caduto.


Osho

Nessun commento :

Posta un commento