17 settembre 2015

Dalai Lama sui migranti: “L’Europa non può accogliere tutti”

17 settembre 2015


Dalai Lama migranti Europa
(Keith Tsuji/Getty Images)
Il Dalai Lama, guida spirituale del buddhismo, è in viaggio in Gran Bretagna e ha sorpreso un po’ tutti dimostrandosi molto più pragmatico di tanti politici a proposito della questione immigrazione. Ecco le sue semplici parole: “Penso che Germania e Austria abbiano avuto una buona risposta alle migrazioni, ma bisogna riflettere: è impossibile che tutti possano venire in Europa”. L’uso della parola “impossibile” fa molto riflettere, perché esprime un giudizio piuttosto tranchant sulla questione migranti. Il Dalai Lama elogia dunque i Paesi europei che hanno aperto le loro frontiere e hanno accolto così tanti profughi, ma poi molto realisticamente invita ad una riflessione sul fatto che questa ondata migratoria non può essere infinita e deve per forza di cose essere gestita e regolamentata in qualche modo.
Il monaco tibetano ha poi aggiunto: “Bisogna interessarsi dei migranti ma in piccoli numeri” e comunque facendo sempre riferimento alla capacità di accoglienza di ogni determinato Paese per evitare che i profughi siano in numero eccessivo rispetto allo spazio disponibile o rispetto ai cittadini di un determinato luogo. Secondo il Dalai Lama bisognerebbe impegnarsi di più nella risoluzione dei problemi alla radice, andando a pacificare le zone di guerra e aiutando queste popolazioni prima che siano costrette ad intraprendere i viaggi della speranza verso l’Europa.

4 commenti :

  1. è la conseguenza del ben noto principio dell'impenetrabilità dei corpi, d'altronde se l'onu con la nato decidessero di liberare quei territori dove spadroneggiano l'ignoranza ed il fanatismo reloigioso e li concedessero in amministrazione alla germania con uomini tedeschi e leggi tedesche quelle bobbolazioni non dovrebbero più fare questi viaggi massacranti e magari nelgiro di qualche generazione, come i cinesi, smetterebbero di sfornare un figlio ogni nove mesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao fracatz, secondo me gli USA sono la causa di tutto questo, quindi i migranti dovremmo spedirli a loro...

      Elimina
  2. Secondo il Dalai Lama bisognerebbe impegnarsi di più nella risoluzione dei problemi alla radice, andando a pacificare le zone di guerra e aiutando queste popolazioni prima che siano costrette ad intraprendere i viaggi della speranza verso l’Europa.
    Non è quello che dice anche Salvini? In modo più terra terra ma il pensiero è lo stesso. Questa povera gente va aiutata a casa loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che essere d'accordo con te, questa resta l'unica soluzione possibile, magari smettendo di finanziare i terroristi...

      Elimina