6 febbraio 2015

Osho: Prendi nota tre volte




 Nel buddhismo esiste un metodo particolare,

chiamato "prendere nota tre volte".


 Se sorge un problema, per esempio, se qualcuno

all'improvviso prova una pulsione sessuale, un moto

di avidità o di rabbia, i buddhisti devono prenderne

nota tre volte, devono percepirne tre volte la presenza.


 Se è presente la rabbia, il discepolo deve dire dentro

di sé, per tre volte: "Rabbia... rabbia... rabbia".

Viene fatto solo per prenderne totale coscienza, in

questo modo riesce a non perdere la propria consapevolezza.


 Tutto qui, poi il discepolo continua a fare ciò che

stava facendo; non fa nulla nei confronti di quel moto

d'ira, semplicemente ne prende nota tre volte.


 È un metodo meraviglioso. Nel momento in cui

diventi consapevole di qualcosa e ne prendi nota,

quella cosa scompare. Non riesce a impadronirsi di

te, perché lo può fare solo quando sei inconsapevole.


Questo prenderne nota tre volte ti rende così consapevole

dentro di te, da separarti dalla rabbia: la puoi oggettivare, infatti essa è là e tu sei qui!

 Il Buddha disse ai suoi discepoli di farlo con qualsiasi cosa.


 Di solito, tutte le culture e tutte le civiltà ci hanno

insegnato a reprimere i problemi; in questo modo,

con il tempo, se ne diventa inconsapevoli; al punto

che ce ne si dimentica, e si pensa che non esistano.


 La strada giusta è esattamente quella opposta.

Rendi qualsiasi problema qualcosa di totalmente cosciente,

e proprio in quell'essere cosciente, nel tuo

focalizzarti su di esso, il problema si dissolve.


Osho: La Verità che Cura

Nessun commento :

Posta un commento