15 gennaio 2014

Spostati dalla testa al cuore




 La vita reale si fonda sul sentire. Pensare è qualcosa
di falso, di artificiale, poiché gira sempre intorno
a qualcosa, lo rimugina, non è mai connesso con
la cosa reale.
 Non è pensare al vino che ti può ubriacare, è il vino
in quanto tale! Puoi continuare a pensare al vino,
ma il semplice pensarci non ti ubriacherà mai: dovrai
berlo, e si beve solo grazie al sentire.

 Il pensiero è una pseudo attività, un'attività che
sostituisce l'azione reale: ti da la falsa sensazione che
stia accadendo qualcosa, ma non accade nulla. Spostati
dunque dal pensare al sentire, e il modo migliore
per farlo è iniziare a respirare partendo dal cuore.

 Durante il giorno, tutte le volte che te ne ricordi,
fa' un respiro profondo e sentilo colpire in mezzo al
torace. È come se l'intera esistenza si stesse riversando
in te, invadendo il luogo in cui si trova il centro
del cuore: sentilo profondamente.

 È una sensazione diversa che dipende dalle singole
persone: di solito è percepita più verso la parte
destra del torace; non ha nulla a che vedere con il
muscolo del cuore, è qualcosa di totalmente diverso
che appartiene al corpo sottile.

Respira profondamente e, ogni volta che lo fai, fallo almeno per cinque inspirazioni, facendo sempre
respiri molto profondi: inspira e ricolma il cuore. E senti semplicemente che l'esistenza si sta riversando
in te, attraverso il cuore. La vitalità, la vita, il divino, la natura... tutto ti sta inondando!
Poi espira profondamente, di nuovo partendo dal cuore, e senti di riversare all'esterno tutto ciò che ti è
stato dato: lo stai di nuovo donando al divino, all'esistenza.

 Fallo quanto più spesso ti è possibile, durante il
giorno; ma ricorda di fare almeno cinque inspirazioni
ogni volta: questo semplice esercizio ti aiuterà a
spostarti dalla testa al cuore.
 Diventerai sempre più sensibile, e aumenterà
sempre di più la tua consapevolezza su cose di cui
un tempo non eri minimamente cosciente.
  
Il tuo odorato sarà più sensibile, assaporerai di
più, il tuo tocco sarà più delicato. Vedrai di più e sentirai
in modo più sottile: tutto diventerà più intenso.
 Dunque, spostati dalla testa al cuore, e all'improvviso
tutti i tuoi sensi acquisteranno lucentezza,
saranno più brillanti. Letteralmente, inizierai a sentire
che la vita pulsa in te: sarai pronto a balzare sulla
cresta di quell'onda di vitalità e a fluire con essa.

 Osho: La verità che cura.

Nessun commento :

Posta un commento